Email marketing automation: perchè è importante per la tua attività

Chiunque abbia gestito un’attività online, anche per un breve periodo, sa che il marketing digitale offre una vasta gamma di possibilità. Per ogni retailer, l’email resta uno degli strumenti principali per aumentare le vendite, tuttavia inviare campagne generiche di newsletter tende ad essere sempre meno attraente per gli iscritti. Le campagne personalizzate ottengono risultati migliori e questo è il nostro argomento di oggi.

È importante conoscere le reali esigenze dei tuoi clienti e inviare contenuti interessanti e coinvolgenti basati sulla personalizzazione avanzata e l’ottimizzazione delle campagne di email marketing. Il potenziale dell’Email Marketing Automation (EMA) aiuta ad inviare messaggi efficaci e adeguati alle esigenze degli iscritti in una definita strategia di contatto o di comunicazione, come una sequenza di benvenuto o di assistenza. Con offerte personalizzate in base ai loro interessi, il raggiungimento dei tuoi obiettivi di vendita è solo una questione di definizione e assegnazione delle risorse.

Che cosa è l’email marketing automation?

Email Marketing Automation è un ecosistema di strumenti e meccanismi, che consente di automatizzare le conversazioni in corso con i clienti e la consegna di un alto livello di contenuti personalizzati. Ciò consente di assicurarsi che gli iscritti ricevano contenuti personalizzati che semplicemente vogliono leggere.

Un elemento importante dell’EMA è l’integrazione dei sistemi con Google Analytics o un altro sistema proprietario di analisi e tracking (ai fini di questo articolo usiamo Google Analytics come esempio di lavoro). Questo consente  di raccogliere informazioni sugli iscritti oltre le metriche standard che fanno parte delle campagne di posta elettronica. Le informazioni raccolte in questo modo consentono di creare campagne più efficaci mirate in base al comportamento dell’utente e alle preferenze dei singoli clienti.

Le campagne basate su dati in arrivo da Google Analytics possono essere inviate utilizzando messaggi email appositamente progettati per gli iscritti che hanno completato un obiettivo stabilito o un insieme di obiettivi. Entrambi i metodi sono altamente efficaci nel sostenere il processo di vendita. È possibile ottenere un effetto simile attraverso l’utilizzo di codici di monitoraggio – piccoli pezzi di script di codice inseriti su una pagina Internet. Ciò consente di verificare se una pagina è stata visitata e di valutare il tasso di conversione delle campagne di email marketing.

Utilizzando dati in arrivo da campagne di email marketing, i comportamenti degli utenti sulle pagine web e sulle singole sessioni di acquisto, possiamo pianificare una comunicazione personalizzata. Si possono identificare gruppi di iscritti con caratteristiche comuni e target con messaggi che si rivolgono direttamente alle loro esigenze. Puoi, ad esempio, impostare una newsletter con una struttura speciale che contenga una parte con l’offerta principale per tutti gli iscritti, inoltre un’offerta aggiuntiva con contenuto dinamico, che viene inserito automaticamente in base ai dati di vendita attribuiti a gruppi specifici. In questo modo puoi essere certi che ogni newsletter contenga qualcosa di interessante per un determinato destinatario.

Come utilizzare l’email marketing automation

Campagne basate su dati comportamentali del tuo sito web

Perché i visitatori trascorrono del tempo sul tuo sito web? Non si tratta sempre di voler comprare qualcosa o di contattare una società. Spesso vogliono semplicemente vedere cosa c’è di nuovo, raccogliere informazioni su prodotti e servizi o controllare un prezzo. Il processo di crescita dell’interesse in una vendita può durare per pochi giorni o molti mesi. Le informazioni ottenute dei dati di navigazione da Google Analytics e dai codici di monitoraggio consentono di creare messaggi mirati e personalizzati che corrispondano agli interessi e alla cronologia di visualizzazione pagina dei singoli clienti. Questo rende il cross-selling e l’up-selling molto più efficace.

Diciamo ad esempio che un particolare utente visita una tua pagina, di tanto in tanto, per guardare i divani che hai in vendita, anche se non ha ancora acquistato nulla. Puoi inviargli una campagna speciale che promuove specificamente i divani a un prezzo scontato, o divani più pregiati allo stesso prezzo degli economici,  o modelli altamente raccomandati. Ricorda di monitorare attentamente i risultati e di arrestare questo tipo di promozione mirata dopo una conversione.

Autoresponders e follow-up automatici

Uno degli esempi migliori e più semplici dell’EMA è la creazione di messaggi di posta elettronica di benvenuto. Questo è un ciclo di messaggi inviati a intervalli di tempo diversi ai nuovi iscritti alla tua newsletter. L’obiettivo della campagna è quello di incoraggiare i destinatari a completare il loro primo acquisto con offerte uniche e dedicate. Questo tipo di processo graduale non solo porta a conversioni, ma consente di acquisire conoscenze sulle preferenze dei tuoi clienti.

Carrelli abbandonati

Se hai un ecommerce, sai bene che i carrelli abbandonati sono una cosa con cui dobbiamo convivere, ma che allo stesso tempo possono essere una enorme opportunità di re-ingaggio di un potenziale cliente. Non esiste una sola soluzione, ogni cliente è diverso quindi è necessario creare messaggi personalizzati di promemoria automatici che possono essere successivamente ampliati in una sequenza di messaggi. Dal momento che il prezzo è spesso il problema alla fonte dei carrelli abbandonati, un certo tipo di sconto può essere una soluzione efficace per attirare un cliente per completare le transazioni.

Raccomandazioni sui prodotti

Utilizzando dati comportamentali dal tuo sito web, è possibile creare facilmente 3 tipi di messaggi personalizzati:

  1. “I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno anche acquistato questi prodotti”. Ricordatevi di non far visualizzare i prodotti già acquistati dal cliente.
  2. “Altri clienti hanno acquistato questo prodotto insieme a…”. Ciò consente di presentare prodotti correlati e di incentivare l’up-sell.
  3. Messaggi dedicati ai carrelli abbandonati e ai prodotti consigliati. Questi sono basati su prodotti che sono stati scartati e lasciati nel carrello, senza aver concluso l’acquisto. Agli utenti vengono presentati i prodotti principali della categoria abbandonata insieme al prodotto che hanno lasciato alle spalle.

Tali raccomandazioni possono essere utilizzate anche in newsletter cicliche come un secondo messaggio primario. È importante ricordarsi di ruotare il contenuto dinamico, in modo che i destinatari non sentano di ricevere più volte le stesse offerte.

Chi dovrebbe utilizzare l’email marketing automation?

Ogni attività con una presenza online dovrebbe automatizzare le proprie promozioni con messaggi altamente personalizzati per soddisfare i profili dei singoli clienti: questo è assolutamente essenziale per avere successo nelle vendite con la propria comunicazione digital. Puoi raggiungere potenziali vendite inviando l’offerta giusta alla persona giusta al momento giusto.

Il processo di vendita è multidimensionale, e far comunicare tra loro i vari strumenti e le strategie tracciando ogni singola azione risulta fondamentale per massimizzare i risultati e non disperdere budget. I principali strumenti di email marketing offrono integrazioni dedicate con piattaforme CRM e ecommerce.

L’email marketing consente di personalizzare il tuo messaggio e la tua offerta ad un livello abbastanza elevato, ma solo utilizzando dati comportamentali sulle attività degli utenti sul tuo sito è possibile profilare gli utenti in maniera precisa e aumentare i tassi di conversione.

 

Vuoi maggiori informazioni su come implementare una strategia di email marketing nella tua azienda?

CONTATTACI!

Condividi: